martedì 9 agosto 2016

almeno una volta al mese o quasi....

Ricompaio.... almeno una volta al mese o quasi....
Partiamo da questa foto almeno dimostro di non essere inattiva, abbiamo in giardino una pianta di pesche da alcuni anni, ha sempre prodotto ottime pesche, quest'anno invece sono state assalite da  bestioline poco gradevoli... per cui ieri io e il gentil consorte le abbiamo raccolte anche se non molto mature, le più belle le ho messe al sole, le più brutte e segnate le ho ripulite e ho fatto 6 vasetti di marmellata. Non amiamo molto la marmellata di pesche, perògirovagando in Internet e ho trovato una ricetta dove che mi ha ispirato...si aggiunge dello zenzero, li raccontavano in polvere, l'ho sostituito con 3 cm di zenzero fresco grattuggiato. L'ho provata prima di invasarla e mi sembra buona.
Sono in ferie.... sto oziando molto anche se avrei da fare le pulizie ... quelle serie, mi devo decidere, ma rimando in continuazione. Le farò anche perchè dal 20 andremo per una settimana al mare, e poi dal 5 settembre si ricomincia a lavorare, quindi forza e coraggio, le tende... i vetri.... le piastrelle dei bagni e della cucina ecc.... ecc. mi aspettano.

lunedì 4 luglio 2016

quanto tempo è passato...

E' passato tantissimo tempo dal mio ultimo post, lo ridico... sono assalita da pigrizia da post.... e non solo.
Non sto più ricamando anche se ho qualche schema iniziato, non lavoro a maglia, uncinetto, niente cucito. Però cucino, sempre e tanto, panifico, il mio lievito madre, Ugo, ha compiuto un anno, continua egregiamente a fare il suo dovere e son grandi soddisfazioni... pane, focacce e pan briosche.
Ho provato a fare lo sciroppo con i fiori di sambuco, è da aggiustare la ricetta... buono ma ha poco sapore di sambuco.
Fatta la solita marmellata ribes, ben 14 vasetti, ora aspetto che maturino le bacche di sambuco per fare anche quella.
Sono diventata esperta della pasta fresca GF, ora la faccio alla velocità della luce, grazie anche al mio stupendo Kitchen Aid, e son soddisfazioni.
Poche foto, nessun post, insomma lazzaronite da web. 

mercoledì 18 maggio 2016

titolo.... boh!

Mi ero ripromessa all'inizio dell'anno di essere più assidua dell'anno precedente, ma sto ricadendo alla grande nella stessa "pigrizia".
Passano i giorni e diventano settimane e non mi faccio sentire.
Visito quasi quotidianamente i vostri blog e altra pigrizia non commento.... Il massimo del peggio.
I ricami, il cucito e la maglia sono in un periodo di stand by profondo, ho iniziato qualche ricamo ma è lì che giace sul divano.
Cucino sempre, sperimento, panifico, il mio lievito madre GF sta benone, ma pigrizia impera.... non faccio foto e non pubblico.
Non prometto più nulla ma ci proverò.....  Oggi per esempio ho acquistato della farina di piselli GF, già mi sono frullate delle idee nella testa... pasta fresca per esempio, prometto, vi farò vedere il risultato!

sabato 16 aprile 2016

e sono 33!

Oggi è il nostro anniversario di matrimonio, sono trentatrè anni che siamo sposati.
Mi sembrano tantissimi, ma sono volati. Mi sembra ieri e invece....
Guardando indietro quante cose, persone, fatti hanno attraversato la nostra Unione. Grandi gioie, la nascita dei nostri due bellissimi e bravi figli, la quotidianità, le vacanze... e anche qualche dolore importante, la morte dei miei genitori e di tuo padre, il tuo infarto.  Certo qualche volta ti avrei "strozzato" e sicuramente anche Tu, ma quello che ci unisce è più forte degli screzi e quindi tra qualche basso e tanti alti la nostra Vita continua e speriamo ancora per moltissimi anni.

sabato 26 marzo 2016

 
Buona Pasqua a tutte Voi!

lunedì 14 marzo 2016

.....ma non è Natale....

Stamattina al risveglio sul tavolo della cucina mi sono trovata due borse piene di queste meraviglie. Mi erano stati annunciati degli assaggini, ma mai avrei immaginato tanta delizia.
La ragazza del mio figliolo "piccolo" quello con il 45 di piede, Lucia,  rientrando da Parma, sua terra natale, mi ha fatto avere queste meraviglie.
La sensazione che ho provato è stata come quella che provavo le mattine di Natale della mia infanzia quando trovavo sotto l'albero dei regali bellissimi; non è che poi non ne abbia più trovati, ma la sorpresa, lo stupore ormai mancano. Questa sera ho provato i ravioli, veramente buoni. Si capisce che la tecnica non è "acqua", in Emilia sanno fare la pasta, e nonostante questi ravioli siano "senza" un sacco di cose sono spettacolari.
Il resto lo assaggeremo quando Lucia verrà a pranzo o cena, essendo anche lei intollerante al glutine o forse celiaca.



lunedì 22 febbraio 2016

Kanelbullar GF

Ne avevo parlato sabato a cena.... e oggi ho deciso di farli complice anche un dado di lievito di birra in scadenza. Io che da quasi un anno mi sono convertita al Lievito madre, sempre e per sempre....invece sono tornata su vecchie abitudini.
Ho recuperato una ricetta glutinosa che aveva dato a Filippo una sua amica, l'ho adattata, non alla perfezione in quanto, dopo averli assaggiati, avrei dovuto aggiungere ancora più liquido, comunque ve la riporto qui sotto:

Ingredienti: farina 450 gr (io usato la Nutrifree x dolci) , zucchero 100 gr, burro 75 gr, lievito fresco 25 gr, latte 250 ml ( io ne ho aggiunto altri 100 ml ma secondo me ancora 30/50 ml non avrebbero guastato), 1 cucchiaino di semi di cardamomo pestati, un pizzico di sale e zucchero a granella.
Per la farcitura 70 gr di burro pomata, 60 gr di zucchero di canna, 1 cucchiaio di cannella.
Esecuzione: sciogliere il lievito con 2 cucchiai di latte e 1 cucchiaino di zucchero entrambi tolti dal totale.
Mescolare la farina con lo zucchero, il sale e il cardamomo (bisogna dosarlo: se è già macinato occorre metterne un po’ di più, mentre se si pestano i semini delle bacche se ne può usare anche un po’ di meno), versare il tutto sulla spianatoia (o nella planetaria), aggiungere il burro fuso e infine il latte e impastare fino a ottenere una pasta liscia ed elastica. Coprire e lasciare lievitare per circa 2 ore (deve raddoppiare di volume).
Dopo questo tempo dividere l’impasto in due, e stendere ogni metà in un rettangolo spesso mezzo cm. Far ammorbidire il burro della farcia, aggiungere la cannella e lo zucchero e spalmare questo composto sui due rettangoli di pasta, poi arrotolarli dal lato lungo senza stringere troppo, in modo da ottenere due salsicciotti. Tagliarli a fette di circa 3cm di spessore, e deporle su una teglia da forno rivestita con carta da forno. Coprire di nuovo e lasciar lievitare per 30 minuti.
Scaldare il forno a 190°, cospargere le briochine di granella di zucchero e infornare per una ventina di minuti, o finché le kanelbullar siano dorate. Lasciare raffreddare su una griglia.